Maledetto canone!!

Oggi mi è arrivata una busta dell’Agenzia delle Entrate…di questi tempi a chi non prenderebbe un colpo secco alla vista di una lettera simile, non vorresti mai essere il suo destinatario!!!!
Prendo fiato, respiro profondamente…come và và!
NOOOO!!!
maledetto canone…ho sempre saputo che sarebbe arrivato questo giorno, non ero preparato….proprio no. Hanno pensato proprio a tutto, 2 bollettini già stampati col mio nome, uno per il canone e l’altro per la mora. Già, perchè oltre che subire la truffa devi anche essere punito pagando una mora nel caso venissi derubato in ritardo…

BASTARDI!!!!!!!!!!!

Beh…a parte tutto volevo solo informarvi che se possedete un computer…..dovete pagare anche voi il canone TV!!! 🙂

Firenze, 4 aprile 2007

Intervento dell’on Donatella Poretti, deputata della Rosa nel Pugno
Ho presentato una Interrogazione ai ministeri di Economia e Finanze e delle Comunicazioni per sapere per il possesso di quali apparecchi deve essere pagato il canone/tassa della Rai. La confusione in merito e’ gigantesca, le autorita’ sembrano latitare e la discrezione degli accertatori e’ assoluta, con conseguente mancanza di certezza del diritto da parte di chi, pur valutando l’assurdita’ dell’esistenza di questa tassa per il mero possesso di un apparecchio indipendentemente dall’uso che ne faccia, non voglia essere obbligato ad essere evasore fiscale o contribuente non-previsto.
Il sito internet della Rai Tv cosi’ spiega “Chiunque detenga uno o piu’ apparecchi atti o adattabili alla ricezione dei programmi televisivi deve per legge Regio D.L.21/02/1938 n.246 pagare il canone di abbonamento TV. Trattandosi di un’imposta sul possesso o sulla detenzione dell’apparecchio, il canone deve essere pagato indipendentemente dall’uso del televisore o dalla scelta delle emittenti televisive”.
Di recente l’Aduc (Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori) ha condotto una indagine (2) interpellando gli organi competenti per sapere nello specifico quali apparecchi sono soggetti al canone/tassa oltre il televisore: gli operatori di “Risponde-Rai” (numero a pagamento 199.123.000), il ministero delle Finanze, la Guardia di Finanza, l’Agenzia delle Entrate. Le risposte sono state varie e contraddittorie. Secondo alcuni operatori “Rispondi Rai”, deve pagare il canone solo chi ha una televisione o un computer. Per altri, deve pagarlo pure chi detiene anche uno solo dei seguenti apparecchi:
televisione, videoregistratore, registratore dvd, computer (indipendentemente dalla presenza di una scheda tv o di una connessione Internet), videofonino, tvfonino, monitor di qualsiasi tipo anche in assenza di un computer, decoder, monitor del citofono, modem, navigatore satellitare, videocamera, macchina fotografica digitale. L’Agenzia delle Entrate non ha risposto alla domanda, invitando l’Aduc a rivolgersi agli operatori Rispondi-Rai gia’ interpellati. Il ministero dell’Economia e Finanze, Ufficio legislativo-finanze, non e’ stato in grado di rispondere, cosi’ come numerosi uffici e comandi della Guardia di Finanza, l’organo di polizia predisposto al controllo sul territorio.
E’ evidente la contraddittorieta’ delle risposte che emerge da questa indagine, essenzialmente grazie all’espressione “apparecchi atti o adattabili”, coniata nel 1938 quando non esisteva ancora il televisore.
Nell’interrogazione chiedo per il possesso di quali di questi apparecchi indicati dalle risposte dell’indagine deve essere pagata la tassa/canone.

Fonte ADUC

Buona Pasqua…e tanta cioccolata per tutti!! 🙂

6 pensieri su “Maledetto canone!!

  1. Si quella del PC la sapevo perchè sostengono che potendoti collegare al web teoricamente uno può usufruire di canali televisivi RAI. Quindi anche un videofonino… lo scopriranno?!

    Per i due bollettini che ti sono arrivati hai pensato che dovrai pagare due volte la tassa postale di 1 euro???? Questo è altamente illegale!

    Riporto anche la mia situazione:
    Coabito con la mia ragazza da settembre in un nuovo alloggio ed abbiamo pagato regolarmente il canone che è arrivato a novembre a mio nome. Dopo pochi mesi è arrivato anche un canone a suo nome per la stessa abitazione.
    Siamo andati allo sportello RAi di Torino e dopo aver accertato che avevamo pagato un canone ci hanno detto di ignorare le future comunicazioni se fossero arrivate.

    Dopo 1 mese arriva un avviso di mora sempre a nome della mia ragazza, stessa trafila e mamma RAI dice state tranquilli… ora prima della lettera dell’Agenzia delle Entrate siamo andati in Comune e ci siamo “iscritti” come conviventi e non più come coabitanti, così non dovrebbero più rompere… si spera.

    Ceto che se fossimo stati in una casa studenti in 3 o 4 ci avrebbero mandato 3 o 4 canoni da pagare? Secondo me ci provano!

    Buona Pasqua.

  2. Se questi signori ci provano è però più facile per te non pagare. Se non ricordo male quanto letto velocemente quà e là, se tu non paghi loro non possono fare altro che attenersi al Decreto del Nano antesignano (Vittorio Emanuele) che prevede la copertura con sacco di rigorosa iuta un apparecchio qualsiasi. E siccome si tratta di domicilio privato, potrai farli incappucciare anche in strada altrimenti dovrebbero venire con apposito mandato e/o autorità.
    Riporto così per dire e anche per far capire quanto e tutta assurda la vicenda del canone.
    Per consolati…. mi sa che non sei il solo che arriverà il bollettino con le more…… indovina un po’ chi sono…

    P.S.: se l’abitazione non è tua ne ufficilalmente ne sei usufruttuario ma senza alcun atto, lo possono chiedere il canone? (visto che il proprietario dell’immobile paga la tassa)

  3. Piacere di conoscerti Booze….purtroppo il canone sembra che non sia calcolato per abitazione ma per stato di famiglia. Come Rodolfo ben sà, io convivo in un appartamento che non è intestato a me, tecnicamente per il catasto io non esisto. Eppure un giorno suonano al campanello e mi ritrovo una dipendente della RAI che mi consegna il bollettino a mano intestato a me…una specie di conguaglio di 90 € per tutti gli anni di “evasione”. Questo accadde dopo circa 3 mesi dalla modifica del mio stato di famiglia….mai poi ti pare che non trovano il modo di fartela pagare comunque, si tratta di rinunciare a qualche milione di euro. Secondi voi ?!

  4. secondo me da un lato ci provano, e dall’altro spero che qualche associazione di consumatori si muova in fretta.. magari su indicazione dei colpiti!

    non e’ possibile che il canoni sia da applicare al possessore di ogni dispositivo in grado di accedere ai canali RAI.. non ha alcun senso..

    qua si deve iniziare a parlare di abolire balzelli come il canone, non di come applicarli a nuovi casi d’uso affatto pensati all’origine di tali balzelli..

    che la RAI diventi un semplice e lineare servizio di informazione (pagato dallo stato e non dal canone!), e per tutto il resto passino al pay-per-view o a qualsiasi altra forma di pagamento diretto caspita!

    PS: per chi non lo conosce.. booze lavora con me 🙂 e anche io gli do un grosso ben venuto, e spero di averlo presto dalle nostre parti per una visita!

  5. Grazie ragazzi per il benvenuto caloroso!

    Si Stefano, confermo che il canone è calcolato per stato di famiglia.
    Leggevo però di sfuggita sullo stesso bollettino precompilato che ci hanno mandato per facilitarci il pagamento :)… che il canone è una tassa soggetta a mora, interessi legali perchè è dovuta di legge… però quanto sarebbe bello vedere sto sacco di Iuta, vero Rodolfo?! 🙂

    Com’è che sti nani sono tutti portatori di rogna.. forse perchè “hanno il cervello troppo vicino al buco del culo?”

    Se ha qualcuno interessa come disdire legalmente il canone RAI:
    http://www.associttadini.org/canonerai/
    Cero tutto da verificare…

    Saludos

  6. E già sarebbe proprio bello togliersi lo sfizio, anche se… se vengono con la guardia di finanza in casa chi più chi meno dovrebbe chiamare un impresa di traslochi per far sparire i dischi masterizzati… video ed audio nonché i giochi per consolle e le copie del software…

    Già conviene informarzi molto bene chi verrà ad incappucciare la tv e/o controllare che noi la RAI non la riceviamo proprio.

Rispondi a Rodolfo Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *