…e poi, è arrivata la Polizia.

Giornata memorabile per alcuni quella di ieri (28-07), forse meno per altri, ma tant’è che venerdì sera, negli uffici di musona, o meglio sul terrazzo, si è festeggiato il compleanno di Mizio e suoi 54 anni. Serata tutto sommato sobria, (io sono arrivato intorno alle 11) che tra l’altro, ha visto la clamorosa assenza di qualcuna, di cui attendo un commento a rigurado…..

Cena con spiedini e arrosticini cotti alla buona sulla brace e dopocena con del buon laphroig e sopratutto con un ottimo Montecristo, della migliore qualità.

La serata intorno all’una e trenta è proseguita in musica con musona alla batteria, la tastiera di Mizio, e i due Nico alla chitarra elettrica e basso. Cercando di parare un po’ il rumore, abbiamo chiuso le finestre e serrato le tapparelle; aria condizionata al massimo. Di improvvisazione si è trattato, variazioni sul tema, qualche accenno di un brano famoso con ricerche e sperimentazioni tra il prog. e il puro viaggio musicale.
Ogni improvvisazione è durata abbastanza, suonate a getto continuo, e di pause ce ne sono state poche quando, intorno alle 2, in un break sentimmo il campanello, una suonata insistente a cui il padrone di casa andò ad aprire: era la Polizia.

Gli agenti entrarono nell’ufficio-sala_prove subito dopo musona, con fare ispettivo. A parte qualche bicchierino sparso quà e la, trovarono dei baldi giovani che facevano le prove: i classici insospettabili che non avevano nulla da nascondere, anche perchè non c’era proprio niente da nascone.
La sperimentazione ad alto volume aveva disturbato i vicini che erano dall’altra parte della strada e vista la stagione probabilmente con le finestre aperte. Gli agenti, come da prassi, ci hanno chiesto i documenti per mettere a verbale la constatazione appena fatta.

Le segnalazioni alla PS erano già iniziate da circa una settimana, ma da quella palazzina adibita esclusivamente ad uffici non hanno mai bussato prima d’ora, lasciando modo di pensare che da quella stanza, discostata da altre costruzioni, sarebbe uscito ben poco.

Tra la sorpresa per la visita e la scocciatura per il silenzio forzato, ci salutammo e siamo andati a casa confidando che l‘intervento della polizia, abbia soddisfatto il vicinato insonne ora con in mano i nomi dei colpevoli.

4 pensieri su “…e poi, è arrivata la Polizia.

  1. serata magnifica!

    a renderla storica ci ha pensato proprio la polizia.. noi come gli Area?! ehehe..

    certo, la cosa che da subito mi ha afflitto: interrompere l’opera creativa proprio quando il motore era bello caldo.. 🙁

    PS: grazie a tutti gli intervenuti alla serata.. 😀

Rispondi a Musona Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *