NON PAGARE QUESTA MUSICA

Anomolo

Qualche anno fa entrai in contatto con un carissimo ragazzo e ottimo grafico di nome Massimo, che, dopo aver capito i miei interessi per la cultura opensource (quella incentrata sul software libero per capirsi), mi parlò di un progetto che stava portando avanti con alcuni suoi amici.

Il progetto non riguardava propriamente codice a sorgente aperto, bensì un terreno che ci assimilava in maniera ben più diretta: la musica. Il gruppo di lavoro di Massimo aveva organizzato attorno al sito Anomolo.com un’etichetta discografica libera, capace di sostenere gruppi emergenti e non, desiderosi di sperimentare una condizione di diffusione dei loro pezzi libera dalle catene imposte dalla nostra SIAE (troverete ogni informazione a riguardo sul sito).

Molti sono i generi musicali che caratterizzano le band Anomole, dal folk al rock alla sperimentazione, per cui invito tutti gli audiofili a fare un salto sul sito, ricordando che Anomolo consente il download e l’utilizzo della musica in termini liberi (non dovrete preoccuparvi di nulla se farete copie per gli amici!).

Buona fortuna e un GRAZIE a tutti gli Anomoli! E NON pagare questa musica!

2 pensieri su “NON PAGARE QUESTA MUSICA

  1. Io, per la verità conoscevo il sito dai suoi primi momenti e ringrazio Maurizio per questo doveroso articolo, per un progetto lungimirante viste le nuove leggi fatte “dai vigili” 🙂

  2. Pingback: HolyMount » Blog Archive » Musica a volontà!

Rispondi a Rodolfo Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *