ll Futuro del Lavoro

Qualche mese fa, durante una delle mie visite in libreria, dopo aver cercato a lungo qualche libro interessante nelle le mie sezioni preferite, ero sul punto di acquistare quel che avevo trovato: l’ennesimo libro tecnico.
Per mia fortuna, l’occhio oltrepassa il limite della sezione informatica, attratto da un libro dalla copertina colorata e vivace: appoggio quel che ho in mano per andare incontro a questa sorta di richiamo..

Il Futuro del Lavoro (fatica e ozio nella società post-industriale) di Domenico De Masi tratta di sociologia, materia strana per chi non se ne occupa abitualmente, in particolare di sociologia del lavoro. Vi invito caldamente a trovare un po’ di tempo per leggerlo, e vi segnalo alcuni passi, che lasciano intuire la capacità di stravolgere il normale punto di vista su quanto ormai da noi ritenuto definito e immutabile da sempre: il lavoro.

.. il mondo classico aveva capito [..] che “due cose sono irriducibili a ogni razionalismo: il tempo e la bellezza” .. [..] noi sappiamo misurare, ma non sappiamo amare e vivere, riflettere e dialogare meglio di quanto facessero i greci ..

.. in un mercato postindustriale che consuma idee con la stessa voracità con cui il mercato industriale ingurgitava prodotti, e che pretende una creatività inesauribile, la capacità creativa può essere incrementata solo attraverso una rivalutazione dell’ozio, che permette di rigenerare la mente così come l’inerzia fisica rigenerava i muscoli ..

.. John Adams, già nel 1786 auspicava: “devo studiare la politica e la guerra in modo che i miei figli abbiano la possibilità di studiare la matematica, la filosofia, la navigazione, il commercio e l’agricoltura, per poter fornire ai loro figli la possibilità di studiare la pittura, la poesia, la musica e [..] le maioliche” ..

Molte e molte più sono le idee e gli spunti contenuti nel libro.. leggetelo e fatemi sapere cosa ne pensate!

1 pensiero su “ll Futuro del Lavoro

Rispondi a Stefano Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *